La Revue du Vin de France, no.634 , Septembre 2019, € 8.20 in Francia, € 9.00 in Italia

RVF 634Settembre è il mese delle Foires aux vins, occasione nella quale cavistes e grande distribuzione mettono in vendita a prezzi promozionali i migliori vini delle loro cantine. Spesso vi si trovano ottime occasioni, e i francesi cercano di non farsele sfuggire. Alcuni grandi cavistes, come E. Leclerc, organizzano in concomitanza grandi degustazioni, nel corso delle quali è possibile assaggiare oltre 100 crus selezionati. Insomma, c’è da prenderle sul serio, e di fatti non c’è rivista del vino che trascuri di occuparsene più che ampiamente nel suo primo numero autunnale.

Wine Spectator, vol. 44, no.7, September 30, 2019, $6.99

WS Sept. 2019Non conoscete i formaggi americani? Allora questo numero speciale di WS (al centro della copertina una selezione di formaggi californiani, del Vermont e del Wisconsin) fa per voi. Il fascicolo è infatti dedicato per la maggior parte alla Guida del Viaggiatore ai formaggi d’America. Altri titoli minori: grandi bianchi della Borgogna del 2017; l’ascesa del Pinot Noir neo-zelandese; Sauvignon blanc californiano. Annunciato dall’editoriale di Shanken e Matthews (“Exploring Cheese Country”), il reportage dedicato ai formaggi americani occupa una buona metà di questo numero.

En Magnum. Le Vin + Grand, anno II, n. 16, Juin-Juillet-Août, 2019, € 6.50 in Francia

En Magnum 16Una magnum del Clos d’Ora, emblematico rosso sudista di carignan, syrah,mourvèdre et grenache dell’AOC Minervois-la-lavinière di Gérard Bertrand, illustra la copertina di questo numero, affastellata, come al solito, di molti titoli: tre di essi annunciano altrettante degustazioni (rosé, champagnes e “petits prix”). Gli altri sono più che mai global: California, Cina, Giappone, Ungheria, Malbec del mondo. Poi: Champagne e Bourgogne nell’intervista a Gilles de Larouzière e la BD chi-chi di Régis Franc sul tema dei rosé. Naturalmente non finisce qui, perché, tra le 130 pagine di grande formato di “En Magnum”, c’è spazio anche per molti altri servizi più brevi.

Bourgogne Aujourd’hui, n. 148, Août-Septembre 2019, € 7.00

Bourgogne 148Al centro della copertina sono tre etichette scelte dalle due degustazioni sistematiche di questo numero : i terroirs di Nuits-Saint-Georges e Vosne-Romanée, e le numerose denominazioni regionali della Borgogna, accompagnate dal titolo allettante (ma solo in parte veritiero, visto che alcune bottiglie arrivano a costare 200 euro) “La Bourgogne pour Tous”!. Poi: visita al Domaine “culte” (il Domaine Leflaive a Puligny-Montrachet), incontro con Joël Forgeau e dossier sulle ultime tendenze nella vinificazione. Un titoletto piccolino trova spazio in fondo alla copertina, e riguarda un argomento insolito, i cosmetici derivanti dall’uva.

Wine Spectator, vol. 44, no.6, August 31, 2019, $6.99

WS August 31 2019Ogni anno l’estate di WS si chiude con il numero dedicato ai con il Grand Awards, assegnati ai ristoranti con le migliori carte dei vini nel mondo. Naturalmente lo spazio di gran lunga maggiore (oltre i due terzi delle poco meno di 90 pagine riservate a quest’ampia rassegna) è quello riservato alle tavole americane: l’Italia, che pure è tra i paesi messi meglio, non arriva a riempire una pagina, come la Francia. Otto sono i nomi nuovi che hanno ottenuto il massimo trofeo dei tre bicchieri, una lista che non si rinnova molto di anno in anno: quattro ristoranti (due sono delle Steak-houses) degli States, la metà nella sola Houston (Texas), due in Europa, uno dei quali l’italiano Cracco.