Bourgogne Aujourd’hui, n. 153, Juin-Juillet 2020, € 7.00

Bourgogne Aujourdhui 153Sono due i servizi principali di questo numero estivo, su cui mi soffermerò: l’incontro con Jean-Pierre Garcia, professore del Laboratoire ARTEHIS (archéologie, terre, histoire et societé) dell’Université de Bourgogne, già coordinatore del comitato scientifico della candidatura dei climats della Borgogna al patrimonio UNESCO, e il focus sul terroir di Meursault, terra di grandi bianchi. C’è naturalmente dell’altro: un articolo dedicato alle caves coopératives della regione e alla degustazione dei loro vini , il dossier “enoturismo”con suggerimenti sui siti “incontournables” da non perdere quest’estate, e un articolo sull’architettura dei villaggi vitivinicoli.

Decanter, vol 45, n. 10, July 2020, £ 5.50

Decanter July 2020Sono i vini “orange” i protagonisti di questo numero. Il titolo che li riguarda copre quasi per intero la copertina, va da sé, colorata in arancione, e a celebrarli è un lungo articolo di Simon Woolf, autore anche di un libro recente sull’argomento, “Amber Revolution”, il quale presenta anche la sua scelta dei migliori 30. Guardati con sospetto, qualche volta sbeffeggiati, i vini orange hanno rapidamente acquistato una popolarità inaspettata in un mondo che tradizionalmente riconosceva i vini solo come bianchi, rossi e -in misura minore-rosé.

Wine Spectator, vol. 45, no.3 & 4, June15-30, 2020, $6.99

WS June 2020Sulla copertina di questo numero doppio di giugno campeggia il titolo: “ Napa & Sonoma. Quando potremo tornarci?”, un evidente richiamo agli effetti del lockdown sull’enoturismo così importante in California. I titoli minori sono : 100 spumanti a buon prezzo; Brunello 2015, un’annata classica; zinfandels californiani per le griglie d’estate. Mai come questa volta i titoli di copertina hanno descritto in modo così preciso il contenuto della rivista, a parte, naturalmente, le consuete rubriche di GrapeVine (con la pandemia in primo piano), le pagine dei columnists : interessante questa volta quella di Alison Napjus, intitolata “Oltre il Pinot grigio”, dedicata ai bianchi italiani, per capire che cosa pensano al riguardo gli americani, di cui il Pinot grigio é il più conosciuto.

Terre de Vins, no. 65, Juin 2020, € 6.00 in Francia, € 7.10 in Italia

TdV 65La maggior parte di questo numero è dedicato al Dossier sulle primeurs di Bordeaux. Quest’anno al centro dell’attenzione era l’annata 2019, ma la pandemia che tutto ha travolto in questi mesi ha obbligato l’UGCB (Union des Grands Crus de Bordeaux) a rinviare le primeurs ai primi di giugno. Titoli minori di copertina sono l’escapade nel Var, terra di rosé, e la cucina gourmand del Muscadet. Ma, a parte il dossier sull’annata Bordeaux 2019, la cosa più interessante è l’incontro con i Lur Saluces, ai quali è dedicata la Saga di questo numero.

Decanter, vol 45, n. 9, June 2020, £ 5.50

Decanter cover June 2020Il titolo principale di copertina è dedicato ai Bordeaux 2010, riassaggiati da Decanter dieci anni dopo. Gli altri titoli principali sono per i sauvignon blanc della Loira, bersaglio del Panel Tasting di questo numero, gli chardonnay australiani, i migliori champagnes top-flight. Quelli “minori”: nuovi talenti della Borgogna, Lujan de Cujo, Georgia. C’è poi anche altro, non menzionato tra i titoli di copertina: i vini dell’Okanagan Valley, il profilo di Silver Oak, i sauvignon della Hunter Valley, viaggio in Valdarno.