Wine Spectator, vol. 45, no.7, September 30, 2020, $6.99

WS Sept 2020Una lussuosa cantina d’architetto illustra la copertina di questo numero. E di fatti l’articolo di apertura (oltre che l’editoriale di Shanken e Matthews) é dedicato alle nuove tendenze delle cantine private dei collezionisti.

Gli altri temi annunciati in copertina, sono : i cabernet (ma non solo quelli) dello stato di Washington, i bianchi della Borgogna dell’annata 2017 e la New wave del rhum.

Ad essi si aggiunge un altro servizio non anticipato tra i titoli di copertina, dedicato a Luciano Sandrone e ai suoi Barolo, ed inoltre due articoli brevi, rispettivamente  sui winemakers neri  (il fondatore dell’AAAV, l’Association of African American Vintners,si chiama-udite udite-Mac McDonald!) e il focus sui vini neo-zelandesi.

Krebiehl, Anne (2019), The Wines of Germany .London (UK): Infinite Ideas Limited, 312 pp., £30.00

Wines of GermanyUn altro volume (il ventunesimo) della Classic Wine Library di Infinite Ideas, la collana interamente dedicata al vino, curata da Sarah Jane Evans, Richard Mayson e James Tidwell, firmato da Anne Krebiehl, giovane  scrittrice di vino, dal 2014 Master of Wine: nata in Germania, ma ben inserita nella cultura enologica di stampo britannico.

Si tratta di un libro che colma una vera e propria lacuna in questo campo, non essendo molti i libri, e neppure molto recenti,  sui vini tedeschi. La vitivinicoltura germanica non ha certo i numeri di quella francese, italiana e spagnola, in quanto meno favorita dalle condizioni climatiche, ma, nonostante la relativa esiguità della sua area vitata (103.000 ettari), ha una storia niente affatto trascurabile e può contare oggi su 16.000 aziende vinicole distribuite in  13 diverse  regioni del vino.

Decanter, vol 46, n. 1, October 2020, £ 5.50

Decanter Oct. 2020 AQuattro bottiglie di syrah sudamericani illustrano la copertina di questo numero interamente dedicato al Nuovo Mondo, e particolarmente al Sud America. Le nuove annate, le nuove tendenze, i nuovi personaggi del vino sudamericano rappresentano infatti il tema principale di questo numero.

Molteplici le degustazioni, a partire dal Panel Tasting dedicato appunto ai syrah sudamericani: poi è la volta dei migliori cabernet franc, dei red blends più smart, dei bianchi sudamericani della nuova era.

Terre de Vins, no. 67,  Septembre-Octobre  2020, € 6.00  in Francia, € 7.10  in Italia

TdV 67Ovviamente Foires aux vins in primo piano (è il periodo) in risalto in copertina.

Poi: Cantine Top a Saint-Emilion, Latour in verticale, Vigne aperte a Chablis, Il vino rock.

E ancora: Châteauneuf-du-Pape in 80 cuvées. Le Foires occupano le 40 pagine centrali di questo numero, seguite dalle degustazioni particolari (le Pepite biodinamiche scelte da Marc Vanhellemont  e i Cahors 100% malbec di Frédérique Hermine, e ancora tre ottimi Cornas raccomandati da Jean-Michel Brouard). 

Bourgogne Aujourd’hui, n. 154, Août-Septembre 2020, € 7.00

Bourgogne 154Questo numero è quasi per intero dedicato al millesimo 2019 in tutte le regioni della Borgogna: “Unique!” proclama il titolo che introduce i reports dedicati alle varie appellations. Unico dal punto di vista climatico, con le sue gelate primaverili, i tentennamenti della floraison, e poi la siccità e il caldo canicolare. Eppure i viticultori sono soddisfatti: soprattutto per il pinot nero, un po’ meno per lo chardonnay, i cui risultati sono meno omogenei.