La Revue du Vin de France, no.645, Novembre 2020, € 7.20 in Francia, € 7.80 in Italia

RVF 645AIn primo piano, in copertina: 542 grandi vini per il 2012, coups de coeur dei degustatori della RVF; Saint-Émilion, duello al vertice della denominazione tra crus classés e premiers crus; affittare una cantina  fuori casa; e molti altri titoli più in piccolo. La parte maggiore di questo numero è riservata al  dossier dei grandi vini selezionati, tra tutte le appellations di Francia, dagli esperti della RVF: 65 pagine  sulle 168 totali.

Decanter, vol 46, n. 2, November 2020, £ 5.50

DEcanter Nov. 2020Bordeaux 2019 è al centro di questo numero novembrino, ma sono numerosi gli altri temi trattati, riguardanti  diverse regioni del mondo vinicolo (Riesling austriaci, Syrah sudafricani, la regione vinicola dello  stato di New York, le nuove releases di Penfolds), senza dimenticare i drinks amati dai britannici (dalla birra al vino, e naturalmente anche il whisky e il gin) e i luoghi della loro produzione. Di più, un ricco supplemento di 84 pagine a colori interamente dedicato ai vini spagnoli. E l’Italia? Questa volta le spetta la pagina della Wine Legend (Barbaresco riserva Asili di Bruno Giacosa 2004) e l’itinerario di viaggio a Como firmato da Alessandra Piubello.  

Wine Spectator, vol. 45, no.9, October 31, 2020, $6.99

WS Oct. 31 2020“Italy decanted: Classic wines & Great Values” recita il titolo grande della copertina  di questo numero principalmente  dedicato ai vini italiani. Soprattutto toscani, e tra questi , a essere celebrato, é il Tignanello, con una impressionante verticale.

All’Italia é naturalmente dedicato anche l’editoriale di Shanken e Matthews, che ricordano il rilievo attribuito dal loro giornale al vino italiano, con  circa 3.000 vini assaggiati all’anno: il 20% di quelli totali, superati solo dalla Francia (4.000) e dalla California (3.500).

Anche Bruce Sanderson, noto columnist di WS, dedica la sua pagina di questo mese al nuovo brand Ipsus lanciato dalla famiglia Mazzei.

Bourgogne Aujourd’hui, n. 155, Octobre-Novembre 2020, € 7.00

Bourgogne 155Al centro della copertina, l’immagine delle vigne, sulle quali incombe l’imponente Roche de Solutré, annuncia il tema-clou di questo numero: la definitiva approvazione dei Premiers Crus dell’AOC Pouilly-Fuissé, la prima del Mâconnais a potersene fregiare.  Ma non mancano altri temi di impatto: l’incontro con tre generazioni della famiglia Trapet, la guida all’acquisto dei vini di Gevrey-Chambertin delle annate 2017-2018, e di quelli delle appellations régionales del 2018.

Wine Spectator, vol. 45, no.8, October 15, 2020, $6.99

WS Octob.15 2020Quattro bottiglie di Pinot noir californiani annunciano in copertina l’articolo principale di questo numero, dedicato appunto alla “spettacolare” annata 2018 . Gli altri titoli di copertina  riguardano  i vini spagnoli e gli smart buys del Nuovo Mondo. L’ascesa del Pinot californiano é commentata anche nell’editoriale di Shanken e Matthews, che introduce il numero. Dopo lo sviluppo straordinario del cabernet californiano, comincia ora quella del Pinot, mai tanto amato dai consumatori americani come oggi  e mai del livello di qualità raggiunto in questi ultimi anni e specialmente nel magnifico millesimo 2018. Si aggiunga la (relativa) amichevolezza dei prezzi (i migliori Pinot superano di rado I 100 dollari, contro gli oltre 400 dei cabernet più ricercati) e il quadro diventa più chiaro.