logo-xsSono ritornati, dopo l’edizione di due anni fa, i Grands Jours de Bourgogne, l’eccezionale manifestazione biennale, giunta ormai alla XIV edizione, nella quale i professionisti del vino (produttori, importatori, enotecari, ristoratori , distributori e giornalisti) di tutto il mondo hanno avuto modo di aggiornare e approfondire la loro conoscenza dello straordinario vignoble borgognone.

17-19 Marzo 2019, a Düsseldorf: Pro Wein, International Trade Fair For Wines and Spirits. Info: www.prowein.it

28 Marzo-1 Aprile, a Ravello (SA): Campania Stories, Ravello, Villa Rufolo. Info: www.campaniastories.com

30-31 Marzo, a Pesaro: Pesaro Wine Festival, Pesaro, Villa Cattani Stuart.

Info: www.pesarowinefestival.it

31 Marzo-1 Aprile  2019, Bologna:   Roero days, Palazzo di Re Enzo, Bologna.  Info: https://www.consorziodelroero.it/roero-days-2019

Hospices 2017bis

 

 Si è conclusa domenica 19 novembre la 157a edizione della grande Charity Auction degli Hospices di Beaune, a cura della nota casa d’aste internazionale Christie’s. E’ stato battuto il record assoluto di vendita, con oltre 13 milioni e mezzo di euro , e il pezzo più pregiato, la Pièce du Président, è stata acquistata da Albert Bichot per un cliente cinese al prezzo di 420.000 euro (il secondo di sempre). In aumento i prezzi di tutte le cuvées in vendita: + 8% quelli dei rossi, + 30% quelli dei bianchi, e massimamente dei grands crus. Superato anche il nuovo record per il Bâtard-Montrachet Dames des Flandres, con oltre 138.000 euro la pièce. I Clos de la Roche sono stati aggiudicati per prezzi superiori agli 80.000 euro fino a cifre vicine ai 100.000.

 

 

ClosMeno di tre settimane fa si concludeva la grande Asta dei vini degli Hospices di Beaune, la 156ª.Era atteso, forse anche auspicato, pur se non dell’entità poi riscontrata, un ribasso dei prezzi, dopo un’ascesa, ininterrotta dal 2010,che aveva portato, nonostante tre annate consecutive funestate dalla grandine, il ricavo dai poco meno di 4 milioni di euro del 2005 agli oltre 10 della fortunata vendemmia del 2015: 7.753.986 euro, comunque la seconda della storia delle vendite gestite da Christie’s, superiore a quella di due anni fa. Una vendemmia, questa del 2016, che sarebbe difficile definire diversamente: miracolata, dopo le vicissitudini affrontate nella primavera scorsa.  (Nella foto accanto: uno scorcio della splendida vigna del Clos de Vougeot).

Samuel Pepys DiaryIl 2 settembre (il 12 del calendario gregoriano) di trecentocinquant’anni fa, un devastante incendio distrusse pressoché interamente l’antica città di Londra, durante tre giorni di autentico terrore per la popolazione, già fiaccata dalla grande pestilenza scoppiata l’anno prima. Si tratta di quello che i londinesi chiamano ancora oggi il Big Fire. L’avvenimento è stato recentemente commemorato nella capitale inglese dando fuoco lungo il Tamigi ad una fedele riproduzione in legno lunga 120 metri, della città del tempo .